3 | Al Femminile: Controcorrente, indipendente e testarda.

A bird can fly, So can I .

I can fly di Ruth Krauss illustrato da Mary Blair
Mary Blair al lavoro!

Più nota delle sue colleghe ma non abbastanza da farci ricordare sempre il suo nome.

Inizia la sua carriera come grafico cinematografico a casa Walt Disney e da subito si distingue per le variazioni stilistiche che introduce, l’indisciplina verso le consegne e un talento eccezionale.

Stiamo parlando di Mary Blair, classe 1911 e una carriera oltre oceanica. Talento quello di Mary che la porta insieme Mister Walt Disney in Sud America all’interno delle Politiche di Buon Vicinato del presidente Roosvelt e dove rimane affascinata dalla tavolozza dei colori del Sud tanto da appropriarsene come elemento che la contraddistinse poi nelle produzioni successive.

Pastelli, Acrilici e forti contrasti cromatici entrano nelle produzioni Disney. Le forme dei personaggi cambiano diventano prima più plastiche poi più astratte.

Porterà poi il suo stile vibrante di colori nelle scenografiche attrazioni dei parchi tematici e nella grafica pubblicitaria ed infine nell’illustrazione. È negli anni ’50 che dopo aver irrimediabilmente influenzato stilisticamente tutto il mondo del topo più noto al mondo, decide di dedicarsi all’illustrazione per l’infanzia anche qui influenzando stilisticamente intere generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *